Blockchain - tecnologia di Ledger distribuita?


Blockchain - Vantaggi dell'applicazione della tecnologia di Ledger distribuita?

La tecnologia blockchain sta cambiando le industrie in tutto il mondo. Sta portando organizzazioni, governi, istituzioni finanziarie e piattaforme di pagamento in una nuova era digitale. Sta rivoluzionando tutto ciò che ci circonda - eppure molte persone non hanno idea di cosa sia la blockchain o di come la tecnologia blockchain funzioni.
Oggi stiamo spiegando le cose fondamentali che dovete sapere sulla tecnologia blockchain e blockchain. Questa guida continuerà ad espandersi, ma vogliamo mantenerla il più concisa possibile, eppure chiunque possa imparare qualsiasi cosa, dal principiante al ninja, deve avere un contesto. Se potessimo dirlo nel minor numero possibile di parole, non lo sarebbe affatto e basta usare Satoshi:
// I nodi raccolgono nuove transazioni in un blocco, le inseriscono in un hash tree,
// e scansionano attraverso i valori nonce per fare in modo che l'hash del blocco soddisfi i
requisiti // di prova del lavoro . Quando risolvono la prova di lavoro, trasmettono il blocco
// a tutti e il blocco viene aggiunto alla catena di blocchi. La prima transazione
// nel blocco è speciale che crea una nuova moneta di proprietà del creatore
// del blocco.
Quindi, se questo fosse tutto ciò che serviva per capire (e alla fine saprai quale catena di blocchi era originariamente datachunk) quale tecnologia blockgerin distributed ledger è, vorremmo finirla qui, ma non è così divertente il nostro 2018 che cos'è la blockchain guide per qualsiasi e tutto.

Cos'è Blockchain?

Blockchain è un registro aperto e distribuito che può registrare in modo efficiente le transazioni tra due parti in modo verificabile e permanente. Blockchain è la tecnologia al centro del bitcoin e di altre criptovalute. Senza blockchain, le criptovalute non esisterebbero nella loro forma moderna. 

Perché la tecnologia Blockchain è così importante?

Contratti, transazioni e le registrazioni di loro hanno a lungo svolto un ruolo cruciale nel nostro mondo moderno. I nostri sistemi legali e politici si basano su contratti e transazioni per praticamente ogni funzione principale.
Contratti, transazioni e record vengono utilizzati per proteggere le risorse o impostare i limiti dell'organizzazione. Sono usati per verificare identità o eventi di cronaca.
Ogni giorno, il mondo intorno a noi è regolato da contratti e transazioni. Tuttavia, il modo in cui registriamo questi contratti e transazioni è bloccato nel passato. Questi strumenti critici non hanno tenuto il passo con la rivoluzione digitale.
Come ha spiegato un articolo della Harvard Business Review: "Sono come un ingorgo di un'ora di punta che intrappola una macchina da corsa di Formula 1". L'articolo prosegue spiegando che "In un mondo digitale, il modo in cui regoliamo e gestiamo il controllo amministrativo deve cambiare. "
Ecco perché così tante aziende stanno cercando di implementare la tecnologia blockchain in vari settori: i potenziali benefici sono enormi.

Blockchain potrebbe eliminare la necessità di avvocati, broker e banchieri

Pensa all'importanza della blockchain in questo modo: gran parte dell'infrastruttura mondiale è costituita da intermediari o intermediari.
Non stiamo parlando solo di intermediari come le imprese che prendono un taglio di profitto per la vendita di beni o servizi.
Stiamo parlando di avvocati che fungono da intermediari tra il pubblico e la legge, o banchieri che fungono da intermediari tra gli individui e il loro accesso ai creditori. C'è la possibilità che avvocati, broker e banchieri possano essere resi obsoleti dalla tecnologia blockchain in futuro.
Invece di richiedere intermediari, la tecnologia blockchain consentirebbe a individui, organizzazioni, macchine e algoritmi di interagire liberamente tra loro.
Lo stiamo già vedendo con blockchain e bitcoin. Quando due individui vogliono scambiarsi bitcoin o altre criptovalute, non vanno in banca e pagano una commissione pesante. Completano una transazione peer-to-peer sulla blockchain.

Come funziona Blockchain?

La blockchain è un libro mastro distribuito che incorpora contratti e transazioni nel codice digitale.
Questo codice digitale e il record di queste transazioni sono memorizzati in un database condiviso e trasparente. Questo database è decentralizzato, il che significa che è detenuto da persone ("nodi") in tutto il mondo. Questo sistema decentralizzato protegge la blockchain da manomissioni, cancellazioni e revisioni.
Usando la blockchain, tutto ciò che facciamo ha un record digitale. Ciò significa che ogni processo, transazione, attività e pagamento ha un record digitale. Ogni record può anche essere ricondotto a un individuo: ha una firma che può essere identificata, convalidata, archiviata e condivisa.
In definitiva, ciò consente alle organizzazioni o ai singoli individui di condurre gli affari in modo più efficiente: con blockchain, abbiamo un metodo a prova di manomissione, verificabile e permanente per registrare le transazioni tra due parti.

Potrebbe Blockchain non riuscire a rivoluzionare il mondo?

C'è un enorme clamore nel mondo della blockchain in questo momento. Le startup blockchain stanno spuntando ogni giorno. Molti la stanno confrontando con la rivoluzione di Internet nei primi anni '90, quando le aziende si sono precipitate a sfruttare il potere di questa nuova, drammatica invenzione.
Tuttavia, alcuni - come l'articolo di HBR.org menzionato sopra - mettono in dubbio la capacità della blockchain di rivoluzionare il mondo. È lontano da una certa cosa.
Alcuni indicano problemi di sicurezza al di fuori della blockchain - come il famigerato Mt del 2014. Gox hack, quando gli utenti hanno perso $ 450 milioni di dollari in bitcoin.
Altri indicano la storia delle innovazioni tecnologiche. Con la maggior parte dei principali cambiamenti tecnologici, ci doveva essere un sostanziale cambiamento tecnologico, governativo, organizzativo e sociale per aprire la strada a quella tecnologia.
Con un cambiamento sostanziale come la tecnologia blockchain, innumerevoli istituzioni moderne avrebbero bisogno di cadere prima che la blockchain potesse essere pienamente implementata.
Come spiega la Harvard Business Review, "Sarebbe un errore precipitarsi a capofitto nell'innovazione blockchain senza capire come possa prendere piede."

La tecnologia dietro la blockchain

Come accennato in precedenza, blockchain è un libro mastro digitale distribuito. È una rete peer-to-peer che si trova sopra Internet.

Decentramento

Una delle caratteristiche chiave di questa tecnologia è che si tratta di un database distribuito. È decentralizzato. Il database esiste in più copie su più computer. Ognuna di queste copie è identica. I computer - o nodi - formano tutti una rete peer-to-per, il che significa che non esiste un database o un server centralizzato.
Oggi le organizzazioni gestiscono database e server centralizzati in cui sono conservati tutti i loro dati. Questo rende questi server un bersaglio redditizio per gli hacker. Blockchain decentra i dati e li rende pubblici ma criptati. Molte persone credono che questo lo rende a prova di manomissione.
Quando si verifica una transazione sulla blockchain, i dati relativi a quella nuova transazione devono essere inviati a tutti i computer - nodi - sulla rete. Ciò significa che la blockchain rimane sincronizzata come un "libro mastro mondiale". Invece di avere più libri in conflitto, c'è una sola versione di "la verità".

Firme digitali

Un'altra caratteristica fondamentale della blockchain è che ogni transazione sulla blockchain è firmata digitalmente, utilizzando la crittografia a chiave pubblica. La crittografia a chiave pubblica prevede l'uso di due chiavi: una chiave pubblica e privata. La chiave pubblica viene utilizzata per firmare e crittografare il messaggio inviato e chiunque può vedere questa chiave.
Tuttavia, solo il destinatario ha la chiave privata, il che significa che solo il destinatario può decrittografare la transazione. Le chiavi pubbliche vengono utilizzate per qualcosa di più della semplice crittografia dei messaggi: vengono anche utilizzate per autenticare un'identità.

Blocchi di transazioni

La ragione per cui si chiama blockchain è perché è letteralmente una catena di blocchi.
Ogni blocco nella blockchain consiste in un elenco di transazioni. Ogni blocco contiene anche un'intestazione di blocco. Le intestazioni contengono tre serie di metadati, inclusi i dati strutturati relativi alle transazioni nel blocco; un timestamp e dati sull'algoritmo di prova di lavoro; e un riferimento al blocco genitore o al blocco precedente, usando un hash.
Usando questi tre set di metadati, ogni blocco è incatenato insieme - da qui la parola blockchain.

Estrazione

Potresti aver sentito parlare di mining bitcoin. È significativamente diverso dall'estrazione tradizionale, per non dire altro!
L'estrazione è il processo mediante il quale vengono creati nuovi blocchi sulla blockchain. In Bitcoin, un nuovo blocco viene estratto ogni 10 minuti. Alcune criptovalute hanno un tempo di transazione a blocchi più veloce, mentre altre hanno un tempo più lento. In sostanza, ciò significa che una transazione Bitcoin richiede un massimo di 10 minuti per l'elaborazione.
Il mining convalida ogni nuova transazione sulla blockchain. Per fare ciò, il minatore (che è un computer o un processore) risolve un unico, difficile puzzle matematico. Questi enigmi richiedono un'enorme potenza computazionale.
Da quando Bitcoin è stato introdotto per la prima volta, la difficoltà di questi puzzle è aumentata in modo esponenziale, il che significa più potenza che mai è necessaria per risolvere i puzzle.
Per mettere il potere computazionale in prospettiva, i minatori sono stati rintracciati tentando 450 mila trilioni di soluzioni al secondo per risolvere i puzzle - e questo era tutto indietro nel mese di ottobre 2015, come riportato da The Economist.
Perché qualcuno dovrebbe spendere tutto questo potere computazionale sui puzzle matematici? È perché vengono premiati con bitcoin - o altre criptovalute, se stai scavalcando altre criptovalute. I minatori ricevono un importo fisso di criptovaluta per ogni blocco estratto, insieme a un taglio delle commissioni di transazione per tutte le transazioni nel blocco.
Una breve storia della tecnologia Blockchain
Potresti scrivere migliaia di pagine sulla storia della tecnologia blockchain, compresi tutti i miglioramenti minori, i grandi salti e le aziende formate negli ultimi dieci anni. Invece di annoiarvi con queste informazioni, vi forniremo una breve storia di come la tecnologia blockchain è diventata quella che è oggi:
La prima menzione di blockchain può essere trovata nel codice sorgente originale per Bitcoin. È possibile visualizzare il codice originale per bitcoin su Github.
Bitcoin era la prima grande valuta virtuale al mondo. Era la prima volta che vedevamo l'impatto della tecnologia blockchain sul mondo che ci circondava. La moneta è stata introdotta ufficialmente nell'ottobre 2008 quando una misteriosa figura di nome Satoshi Nakamoto ha scritto un documento intitolato "Bitcoin: un sistema di pagamento elettronico peer-to-peer".
Nel gennaio 2009, il codice bitcoin è stato rilasciato su Internet come open source. Satoshi Nakamoto - chiunque sia quella persona - "ha estratto" i primi bitcoins e lanciato ufficialmente la criptovaluta più grande del mondo.
Poco dopo, nell'aprile 2011, Satoshi è scomparso da Internet e ha smesso di contribuire a forum, documenti o codici bitcoin. Nonostante i numerosi tentativi di scoprire chi sia Satoshi Nakamoto e persino alcuni casi di errata identificazione, fino ad oggi non sappiamo nulla di Satoshi (parleremo più dell'identità di Nakamoto in basso).
Il 2013 è stato il primo anno in cui le persone hanno davvero iniziato a parlare di bitcoin. Gli investitori sono aumentati in startup legate a bitcoin e blockchain. Il prezzo del bitcoin ha toccato un massimo di $ 1108 nel novembre 2013 (un livello elevato da allora superato).
Nel corso degli anni, sono state create altre criptovalute. Queste monete sono chiamate "altcoin" - o bitcoin alternativi - perché sono criptovalute che non sono bitcoin. Litecoin e Dogecoin sono stati due dei primi ad apparire, per esempio. Oggi, Ethereum detiene una solida posizione come numero due dietro a bitcoin.

Principali innovazioni nella tecnologia blockchain nel corso degli anni

Ci sono state molte innovazioni nella storia della blockchain. Senza queste innovazioni, la tecnologia blockchain non sarebbe così utile come lo è oggi. Queste innovazioni includono tutte le seguenti:

Bitcoin:

Per sua natura, questa è la prima e più ovvia innovazione blockchain.

Blockchain:

La seconda innovazione è quando le persone si sono rese conto che la tecnologia alla base del bitcoin - la blockchain - potrebbe essere utilizzata per qualcosa di più del semplice bitcoin.
Le persone hanno capito che potrebbe essere utilizzato per altre criptovalute, per esempio, o per una vasta gamma di altri settori e scopi. Qui è dove è decollata la storia della tecnologia e dell'innovazione blockchain.

Ethereum e The Smart Contract:

La seconda piattaforma di blockchain principale dopo Bitcoin era la blockchain di Ethereum. Il principale vantaggio della blockchain di Ethereum rispetto alle blockchain precedenti era il sistema di contratto intelligente.
Essenzialmente, questo comportava la costruzione di piccoli programmi per computer direttamente nella blockchain. Ciò ha permesso di rappresentare gli strumenti finanziari convenzionali - come prestiti o obbligazioni - sulla blockchain, anziché solo bitcoin e criptovalute.

Prova di palo:

La prova di partecipazione è iniziata alla fine del 2016 e all'inizio del 2017. Oggi, la maggior parte dei blockchain sono garantiti da Proof of Work, il che significa che il gruppo con la più grande potenza di calcolo prende le decisioni (cioè i minatori con la quota maggiore).
La nuova tecnologia blockchain sostituisce questo con una prova di gioco. Questa è un'innovazione chiave per la sicurezza perché rimuove uno degli unici difetti di sicurezza nelle blockchain tradizionali: il fatto che i minatori con una quota del 51% di potenza di elaborazione possano assumere il controllo di bitcoin o altre criptovalute.

Scaling:

La tecnologia a blocchi in scala accelererà l'elaborazione blockchain in futuro. Oggi, la tecnologia blockchain richiede che ogni computer della rete elabori ogni transazione. Questo è lento e inefficiente.
La tecnologia di blockchain scalata accelera il processo determinando il numero preciso di computer necessari per elaborare ogni transazione e quindi utilizzando altri computer per altre attività.
In definitiva, la storia del bitcoin è una storia di scienziati informatici di élite del mondo che spingono la tecnologia informatica e internet oltre i loro limiti noti. E tutta questa innovazione può essere fatta risalire a Satoshi Nakamoto.

Chi ha inventato Blockchain? Chi è Satoshi Nakamoto?

La tecnologia Blockchain è stata introdotta per la prima volta in un articolo, scritto da Satoshi Nakamoto, dal titolo "Bitcoin: un sistema di pagamento elettronico peer-to-peer". In quel documento, Satoshi descrive le basi della tecnologia blockchain. Tutte le innovazioni blockchain possono essere ricondotte a Satoshi Nakamoto. È l'inventore di blockchain e bitcoin.
Chi è Satoshi Nakamoto? Nessuno lo sa davvero. "Lui" potrebbe essere un singolo giapponese. Oppure potrebbe essere un gruppo di individui. Satoshi è scomparso dallo sviluppo di bitcoin e blockchain nell'aprile 2011, sebbene non abbia contribuito allo sviluppo di bitcoin da dicembre 2010.
Ecco alcune delle cose che sappiamo - o pensiamo di sapere - sul misterioso creatore della blockchain:
·         Quando Bitcoin è stato introdotto per la prima volta, Nakamoto ha affermato di essere un giapponese che è nato il 5 aprile 1975.
·         Tuttavia, molte persone credono che l'uso di un nome giapponese tradizionale fosse un'esca; la maggior parte delle ricerche sull'identità di Satoshi si è concentrata su esperti di crittografia e specialisti in informatica che vivono fuori dal Giappone, soprattutto negli Stati Uniti e in Europa.
·         Perché le persone credono che Nakamoto non sia giapponese? Uno dei motivi principali è che ha scritto con perfetto inglese in tutte le comunicazioni online; molte persone credono anche che sia britannico o australiano a causa del suo uso di idiomi inglesi britannici come "maledettamente duro" nei post del forum.
·         Un altro indizio sull'identità di Nakamoto sono i suoi timestamp: il codificatore svizzero Stefan Thomas ha analizzato tutti i post sul forum bitcoin di Nakamoto e ha scoperto che non ha pubblicato in modo costante durante certe ore del giorno; sulla base di queste informazioni, si riteneva che Nakamoto vivesse nel fuso orario orientale o centrale, che potrebbe restringere la sua posizione fino al Nord America o parti dell'America centrale e meridionale (supponendo che Nakamoto sia una persona singola con un programma normale di sonno) .
·         La prima "svolta" nell'identità di Satoshi Nakamoto avvenne nel 2015, quando indagini parallele di Wired e Gizmodo rivelarono che il programmatore australiano Craig Steven Wright poteva essere l'inventore del bitcoin; nel maggio 2016, Wright ha detto alla BBC di essere Satoshi Nakamoto; Wright, tuttavia, non ha offerto alcuna prova e molte persone credono che Wright stesse semplicemente prendendo in giro il mondo o cercando attenzione. Altri, tuttavia, credono fermamente che Wright sia Satoshi.
·         Altre persone sospettate di essere Satoshi Nakamoto includono Nick Szabo, un "solitario americano di origine ungherese" e un geniale programmatore; Dorian Nakamoto, un giapponese che vive in California, il cui nome di nascita è Satoshi Nakamoto; e Hal Finney, la prima persona diversa da Satoshi per lavorare sul software bitcoin. È interessante notare che Hal Finney è un vicino di casa di Dorian Nakamoto in California. Alcuni sospettano che lui abbia scritto dei post sui forum dei suoi vicini, mentre altri sospettano che abbia usato l'identità del suo vicino per scacciare gli inseguitori.
·         Oggi, alcune persone credono che il bitcoin sia una grande cospirazione governativa, e che Satoshi Nakamoto sia un'agenzia governativa.
·         Chiunque sia, si stima che Satoshi Nakamoto possieda circa 1 milione di Bitcoin, il che lo rende valutato a oltre $ 2,5 miliardi USD a partire dal 24 maggio 2017.
In definitiva, l'inventore della tecnologia blockchain potrebbe non essere mai conosciuto. Oppure potrebbe essere uno dei nomi sopra elencati. Fino a quando il mistero non sarà risolto, avrà un ruolo sempre più interessante nel mito dietro bitcoin. In ogni caso, Satoshi è senza dubbio il miliardario più anonimo del mondo.

Dove sta andando la blockchain?

Stiamo solo iniziando a vedere il potenziale della tecnologia blockchain. Le innovazioni in blockchain hanno reso sempre più attraente - e utilizzabile - le organizzazioni al di fuori del mondo della criptovaluta.
Le istituzioni finanziarie, le organizzazioni politiche, i fornitori di cloud storage e persino i casinò online hanno iniziato a utilizzare la tecnologia blockchain. Non sappiamo dove andrà la tecnologia blockchain, ma non vediamo l'ora di vedere.


Post popolari in questo blog

Exchange Site

Guida alternativa ai token

Blockchain Lightning Network